Applicazioni

La grafologia ha numerose applicazioni, che vanno dal profilo grafologico individuale, volto all’autoconsapevolezza, fino alle perizie richieste da magistrati e avvocati rispetto a casi e situazioni particolari.

INDIVIDUALE

L’analisi grafologica permette di disegnare un “profilo” unitario della persona evidenziandone:

  • doti innate
  • Le qualità intellettive ed affettive
  • Il modo di comunicare
  • Il modo di esprimersi
  • Il modo di presentarsi agli altri

Sono numerose le persone che si rivolgono a me per richiedere un ritratto grafologico della propria scrittura proprio al fine di conoscersi meglio.

DI COPPIA

L’analisi comparata delle grafie di una coppia permette di valutarne la capacità di comprensione, il grado di adattabilità e fornire ad entrambi i partners gli strumenti per cogliere le dinamiche relazionali e le possibilità di integrazione reciproca alla luce di analogie e divergenze.

L’analisi grafologica può essere anche estesa all’intero nucleo familiare per poter meglio cogliere le dinamiche relazionali tra genitori e figli e di conseguenza i segnali di problematiche, o difficoltà spesso non espresse.

ETÀ EVOLUTIVA

Spesso una brutta scrittura determina incomprensioni tra insegnanti ed alunni. L’esigenza di essere compresi è fondamentale sia per i ragazzi che per gli educatori in quanto la difficoltà di comprendere la grafia, a volte illeggibile dei propri alunni, spesso dà luogo ad un sincero imbarazzo.

Sempre più spesso la scelta dello stampatello supera apparentemente questo problema in uno sforzo di omologazione che rischia di far perdere l’irripetibile unicità della scrittura individuale.

Se non si sente compreso nel tentativo di esprimere la sua individualità attraverso la scrittura, il ragazzo/a non ci parlerà di sè, della sua fantasia, dei suoi sogni e della sua fatica di crescere.

È necessario allora andare oltre i contenuti di ciò che scrive, oltre gli errori di ortografia, sintassi e grammaticali per arrivare ad una comprensione della sua comunicazione scritta come prodotto unico del suo essere nel mondo. Ci interesseremo allora della profondità del solco lasciato dalla sua penna, del movimento del suo tracciato, del ritmo, della disposizione dello scritto nel foglio, dell’inclinazione delle sue lettere.

Nel comportamento grafico il ragazzo/a esprime la sua personalità unica e irripetibile ed il grafismo registra fedelmente e racconta le fasi del suo sviluppo permettendoci di conoscerlo con la grafologia, strumento con una valenza insieme “diagnostica” e “pedagogica.

Con l’uso della grafologia possiamo:

  • Favorire lo sviluppo generale dei ragazzi
  • Valorizzarne le potenzialità
  • Cogliere eventuali campanelli di allarme

In età prescolare

L’attività grafica con lo scarabocchio ed il disegno, permette ai bambini di:

  • acquisire i prerequisiti del leggere e dello scrivere
  • acquistare fiducia in se stesso
  • sviluppare la motivazione interna
  • sviluppare la creatività

Lo scarabocchio e il disegno diventano addirittura strumenti di terapia permettendo di scaricare e sublimare l’aggressività.

ORIENTAMENTO SCOLASTICO

Il momento della scelta scolastica è un momento molto difficile e delicato che vede entrare in gioco attese ed aspettative che, se deluse, vengono pagate a caro prezzo determinando non solo stress ma anche insoddisfazione personale e frustrazioni.

A volte ci troviamo di fronte a genitori che “spingono” i propri figli verso determinati studi per prestigio o per far si che continui una certa tradizione familiare (medici, avvocati, etc.) dimenticando gli interessi del proprio figlio nonché le sue inclinazioni naturali.

Lo studio dell’evoluzione grafica e della personalità permette dunque di guidare l’adolescente nel difficile passaggio dalla scuola media inferiore a quella superiore o da questa all’università ed indirizzarlo verso il settore di studi che corrisponda quanto più possibile alle sue caratteristiche intellettive e di temperamento, nonché agli specifici interessi.

CLINICO - PSICOLOGICO

La modalità di relazione che si instaura nel corso di una psicoterapia è volta a far emergere l’unicità irripetibile della individualità del paziente. I suoi sintomi spesso sono rappresentazioni di vissuti emotivi non elaborati che tentano di emergere a livello di coscienza. Nel corso del progressivo approfondimento della conoscenza di sè realizzata in collaborazione con il paziente durante le sedute di psicoterapia può rivelarsi utile la conoscenza di ciò che emerge da un’analisi grafologica.

I numerosi terapeuti che si sono rivolti a me per un’analisi grafologica delle scritture dei loro pazienti, hanno trovato utile l’uso della grafologia a diversi livelli in quanto essa:

  • Consente al paziente un’espressione spontanea del proprio mondo affettivo (viene richiesta una lettera rivolta ad una persona cui si vuole bene)
  • Aumenta la fiducia nel terapeuta in quanto sinceramente interessato alla conoscenza del paziente
  • Fornisce un feed-back di ciò che emerge dall’analisi
  • Favorisce la discussione su aspetti temperamentali attuali che spesso non emergono dai colloqui clinici
  • Favorisce l’insight su atteggiamenti messi in atto nelle relazioni con gli altri che possono determinare o mantenere difficoltà o problemi

Infine le scritture prodotte all’inizio e alla fine di un percorso terapeutico possono rendere visibili eventuali trasformazioni nella vita emotiva del paziente e nel suo modo di rapportarsi agli altri ed all’ambiente circostante.

AZIENDALE

“L’uomo che scrive disegna inconsapevolmente la sua natura interiore” scrive Max Pulver nella sua “Simbologia della scrittura”.

Infatti scrivere è un’attività simbolica, spaziale e temporale, con cui il gesto grafico si inscrive su una superficie lasciandovi la sua impronta, il suo ritmo, la sua energia, per modulare una forma stabilita dal codice linguistico.

In Francia 8 aziende su 10 utilizzano il test grafologico sia nell’ambito della selezione del personale che nella ricollocazione delle risorse che subiscono processi di ristrutturazione aziendale.

In questo settore la grafologia presenta il vantaggio di avere un alto valore predittivo, di poter individuare aree comportamentali e dimensioni psicoattitudinali con velocità, obiettività, globalità dell’approccio, possibilità di anticipare segnali di allarme.

Inoltre nell’orientamento la grafologia può concorrere all’elaborazione di possibili sentieri di carriera e può essere utile come strumento di sviluppo vero e proprio.

Infine la grafologia può essere uno strumento di analisi delle competenze comportamentali di un gruppo di persone, in rapporto agli obiettivi aziendali e, in ambito gestionale, mezzo di supporto per fasce di popolazione aziendale critiche, quali persone con disturbi di vario tipo, disagio psichico, stress.

PERITALE
Lo studio del gesto grafico, quindi del movimento della scrittura, permette di coglierne peculiarità e dinamismi e attraverso la comparazione con altri scritti, consente di individuarne la paternità.

Questo tipo di indagine grafologica permette quindi di individuare falsi e scritture anonime o contraffatte.

Magistrati e avvocati fanno ricorso sempre più al perito grafologo per una consulenza volta alla ricerca della verità in situazioni a volte anche molto critiche.

SCOPRI COME LA GRAFOLOGIA PUÒ DARTI UNA MANO

Puoi richiedere una consulenza di GRAFOLOGIA a Donata Di Maio compilando il modulo seguente.

3 + 9 =

Share This